Categoria: Blog

La scuola sta finendo … è tempo di vacanze!
La scuola sta finendo … è tempo di vacanze!

Il countdown in attesa del suono della campanella che rende ufficiale la fine dell’anno scolastico è un momento quasi indescrivibile per i bambini. Finalmente a gran voce possono gridare: “E’ finitaaaaaaaaaa”. Già durante questi ultimi giorni di scuola si respira il momento: i compiti si sono alleggeriti, si inizia a svuotare il proprio banco e a raccogliere le proprie cose sparse per la classe, la maestra fa imparare una poesia sull’estate, vengono assegnati i compiti per le vacanze,…..Ma come il suono dell’ultima campanella dell’ultimo giorno di scuola non ce n’è. Rende tutto ufficiale, rende tutto vero: un altro anno si è concluso.

Per milioni di bambini e ragazzi italiani si prospettano tre meravigliosi mesi di piena libertà, di riposo, giochi e se possibile poco studio. Un sogno per loro, un piccolo, grande incubo per mamma e papà.

Capita molto spesso però che i bambini i primi giorni di vacanza alternino momenti di grande euforia per la fine della scuola a momenti di grande noia per il non sapere cosa fare. Da settembre hanno avuto sempre qualcosa da finire o che riempiva e impegnava le giornate: i compiti, la lezione di danza, l’allenamento, ma ora che tutto questo è finito possono essere pervasi da una sensazione di vuoto tanto desiderata, quanto strana. Sono assaliti da un senso di noia! Spesso e volentieri però è proprio grazie alla noia che la fantasia trasforma cose, oggetti e pensieri in qualcosa di unico e nuovo! Lasciamo spaziare e lasciamo liberi di sperimentare. E per evitare che anche il gioco della fantasia risulti noioso perché ripetitivo, possiamo alternare questi momenti ad attività ideate apposta per farci dare una mano ad esempio nell’archiviare i libri e i quaderni dell’anno appena concluso. Oppure approfittiamo per assegnare loro piccoli compiti quotidiani: in famiglia e in casa ci si aiuta sempre e se i bambini imparano piccole azioni durante le vacanze, quando hanno meno impegni, a settembre dovrebbero averle fatte proprie e continuare a farle.

Non dimentichiamo però di fargli fare i compiti: un po’ al giorno e non peserà a nessuno.

Cerchiamo in ogni modo di spegnere la tv, tablet, console … per dare spazio al divertimento vero, non strutturato, magari leggendo anche un buon libro.

Buon fine anno scolastico a tutti allora, e… BUONE VACANZE!

 

#LATUAFESTAUNICA #ILTUOBIMBOSPECIALE #INVENTALAFESTA

visita il nostro sito www.bfpromotion.it

Giochi per bambini da fare all’aperto
Giochi per bambini da fare all’aperto

Buongiorno carissime amiche e amici. Le giornate finalmente si stanno allungando e le temperature diventano sempre più miti. Lo scenario è perfetto per pensare a giochi e attività da fare insieme ai vostri bambini all’aria aperta! I bambini adorano stare fuori: in giardino, al parco, nel cortile di casa (o in terrazzo) e perfino nei parchi cittadini. Le feste e i giochi all’aperto sono diventati una alternativa sempre più diffusa e gettonata. Perché lo spazio esterno permette di coinvolgere più facilmente tanti amici e non pone troppi “freni” al divertimento.

Vediamo alcuni giochi suddivisi per fasce d’età:

corsa_bicchierini.600Tra i due e i tre anni sono ancora piccini, cercate quindi di proporre giochi semplici e “immediati”. Un esempio: prendete acqua e bicchierini di carta colorati per organizzare una gara emozionante. Stabilite una linea di partenza e un traguardo, chiedete ai piccoli ospiti di disporsi lungo la riga e consegnate a ognuno un bicchierino con dentro la stessa quantità d’acqua. Al via, tutti i concorrenti devono raggiungere velocemente il traguardo cercando di non rovesciare neppure una goccia. Alla fine della gara, offrite un piccolo dono a tutti i partecipanti, anche a chi ha rovesciato tutta l’acqua! Una possibile variante per i più grandicelli è quella di cambiare ogni manche, dalla più semplice alla più difficile: la prima camminando in fretta, poi con le braccia alzate, con un piede solo..

 

1432780137I classici palloncini colorati sono un alleato perfetto per tutti i bambini dai 4 ai 5 anni: si prestano per inventare tantissimi giochi e sono amati dai bimbi di tutte le età, anche all’ultimo anno della materna. Lanciate una bella gara “tutti-contro- tutti”: date a ogni presente un palloncino con un cordino da legare alla caviglia e, al via, invitateli a far scoppiare quelli degli altri. Ma solo con i piedi e senza mai toccare i compagni con le mani. Stabilite una durata per la sfida, massimo quattro-cinque minuti, e nominate il vincitore (o vincitori): chi è riuscito a conservare intatto il suo palloncino, scoppiando il maggior numero di quelli degli altri.

 

 

la_bomba.600Ecco un semplice gioco con la palla che diverte tutti i bambini dai 6 agli 8 anni per il suo ritmo veloce e la componente “chiamata a sorpresa”. Chiedete ai partecipanti di formare un cerchio, in piedi, lasciando un po’ di spazio tra loro. Consegnate a un invitato (meglio, magari, fare una conta per non creare “favoritismi”!) la palla, “la bomba”, appunto, e ditegli di chiamare velocemente per nome un compagno e tirargli la palla. Se il prescelto riesce ad afferrare al volo la bomba, a sua volta, deve nominare qualcun altro e lanciarla di nuovo. Chi non la prende, viene eliminato: alla fine, vince, l’ultimo superstite del cerchio.

 

 

vero_o_falso_di_corsa.600Infine per i ragazzi dai 9 ai 10 anni si possono intrattenere con il gioco del Vero o Falso e corri. Formate due squadre con lo stesso numero di giocatori e fateli allineare uno di fronte all’altro a una distanza di circa mezzo metro. Assegnate un nome ai due gruppi, tipo cani e gatti e dietro a loro (a circa 5 metri), tracciate una riga per terra che sarà il rifugio. Mettetevi nel mezzo e fate delle affermazioni ad alta voce, in modo un po’ plateale. Se quello che avete detto è vero, i cani si lanciano all’inseguimento dei gatti che devono correre nel rifugio per non farsi prendere. Quando invece la frase è falsa, i gatti inseguono i cani. Per esempio: “I pulcini nascono dalle uova”, è vera, quindi i cani corrono. Ricordate di adattare il livello di difficoltà delle affermazioni all’età dei partecipanti. I ragazzini catturati vanno ad aggiungersi alla squadra rivale. Quando capita che i giocatori non capiscano bene se la frase è vera o falsa e si gettano nella mischia, voi rimanete neutrale fino al momento in cui torna la calma, poi spiegate. Alla fine, vince il gruppo che si è “ingrossato” di più e ha guadagnato il maggior numero di partecipanti.

Bene a questo punto non vi resta che godere delle belle giornate e del tempo da trascorre con i vostri piccoli. Buon divertimento!

Ringraziamo infine Maria, Lucia, Esther, Carmen e tante altre amiche che ci inviano le idee che poi condividiamo con voi! aspettiamo anche i vostri spunti forza!

#LATUAFESTAUNICA #ILTUOBIMBOSPECIALE #INVENTALAFESTA

visita il nostro sito www.bfpromotion.it

 

I bambini e i benefici di frutta e verdura
I bambini e i benefici di frutta e verdura
Come preparare una sfiziosa merenda a base di frutta.

Buongiorno carissime amici e amiche, quanti di voi hanno in mente la scena di Inside Out quando la piccola butta in aria i broccoli, ma poi basta dire la parolina magica “trenino” e la bambina mangia di tutto??? Ovviamente lì si tratta di un film di animazione, quindi tutto è più facile, ma non demordete, con i consigli giusti che vi daremo in questo post anche voi riuscirete a far mangiare cibi salutari ai vostri bambini.

Innanzitutto importante è sapere che è inutile costringerli con la forza, otterreste l’effetto contrario, rischiando di generare disgusto per qualsiasi frutto e qualunque verdura. L’alternativa più valida consiste nel convincerli con le buone, sfruttando alcuni semplici trucchetti. Scopriamo quindi come far mangiare frutta e verdura ai bambini.

  1. Create piatti sfiziosi sfruttando i colori

Frutta e verdura sono coloratissime, approfittatene per creare piatti variopinti e fantasiosi, abbinandole eventualmente con altri cibi. Le diverse tinte vi aiuteranno a conquistare i bimbi, senza contare l’importanza, a livello nutritivo, delle sostanze che danno il colore a frutti e vegetali.

  1. Mangiate frutta e verdura con loro

Inutile proporre loro invitanti carote, gustosi pomodori, dolci banane, se voi ingurgitate solo cibo spazzatura! E’ risaputo che i piccoli imparano per imitazione, basterà introdurre regolarmente frutta e verdura nell’alimentazione di tutta la famiglia per ottenere risultati.

  1. Servite la verdura prima dei pasti

Servire la verdura prima dei pasti, quando si ha più appetito, è un trucco efficace per convincere i bimbi a mangiarla. Abituatevi a preparare sfiziosi antipasti a base di carote, pomodori, cetrioli, ravanelli, peperoni, basterà servirli con un po’ di sale o con un condimento, a parte, a base di olio, aceto e sale. Ne andranno matti!

  1. Cucinate insieme a loro

Cucinare insieme a loro serve a farli sentire partecipi e ad apprezzare di più il cibo che verrà servito a tavola. Se sono grandicelli, fatevi aiutare a tagliare le verdure o la frutta, se sono piccini, coinvolgeteli nella preparazione di ricette semplici. Dovranno “solo” sporcarsi le mani e statene certe, non vedranno l’ora di farlo!

  1. Preparate snack già pronti

Frutta e verdura crude sono una miniera di vitamine e sali minerali, vero toccasana per l’organismo! Prepararle sotto forma di snack, già pulite e tagliate, è un’ottima idea per invitare i piccoli a mangiarle nel corso della giornata, sostituendo merendine, cioccolata e quant’altro. E, diciamolo, è una buona occasione anche per noi!

 

Vediamo ora insieme alcune gustosissime e coloratissime merende a base di frutta a cui i vostri bambini non riusciranno a dire di no:

Ghiaccioli di frutta

ghiaccioli

Una merenda ricca di vitamine, freschi, dissetanti, genuini: i ghiaccioli di frutta fatti in casa sono una ricetta perfetta per l’estate, per regalare ai nostri bambini una merenda sana ma golosa, che li saprà conquistare all’istante!

Erroneamente spesso si crede che preparare i ghiaccioli e il gelato in casa sia un affare complesso e che sia molto meglio affidarsi a quelli già confezionati! In realtà la ricetta è molto semplice, richiede poco sforzo e soprattutto vi farà ottenere un risultato che supera le nostre aspettative.

Se non avete gli stampi appositi, che comunque ormai si reperiscono molto facilmente in tutti i negozi di accessori da cucina, potrete usare dei comuni bicchieri di plastica! Non sembra vero? E invece…

In questa ricetta noi abbiamo scelto di utilizzare tre frutti in modo da rendere il tutto più goloso, colorato e divertente ma voi potete seguire il nostro consiglio o sbizzarrirvi con la frutta che più vi piace o con quella che avete in frigorifero

Resa:12 GHIACCIOLI

Ingredienti
  • 100 grammifragole
  • 150 grammipolpa di kiwi
  • 150 grammipolpa di mango
  • 90 grammizucchero semolato
  • 50 grammizucchero di canna
  • 4foglie di menta
  • succo di limone
  • 1 cucchiainozenzero
  • 300 grammiacqua
Preparazione
  1. Dividete l’acqua in tre pentolini: nel primo aggiungete 45 grammi di zucchero semolato, nel secondo i restanti 40 grammi e nel terzo lo zucchero di canna. Preparate così tre sciroppi che saranno la base dei preparati per i ghiaccioli ai tre frutti: fate fondere lo zucchero perfettamente, quindi spegnete.
  2. Aggiungete nel primo pentolino la menta, nel secondo il succo di mezzo limone e nel terzo lo zenzero. Fate raffreddare completamente.
  3. Tagliate nel frattempo i kiwi e il mango a pezzetti e le fragole a metà.
  4. Frullate le fragole insieme allo sciroppo al limone, il mango insieme allo sciroppo allo zenzero e i kiwi insieme allo sciroppo alla menta.
  5. Versate il primo preparato negli stampi da ghiacciolo arrivando a 1/3 di altezza e mettete in freezer per 10 minuti.
    Continuate con la base al mango e rimettete in freezer per altri 10 minuti.
    Terminate con la base ai kiwi, inserite gli stecchi e congelate per almeno un paio d’ore.

Pizza di anguria alla frutta

pizza di fruttaTrattasi di un “dolce” salutare come pochi, perfetto per un pieno di energia, vitamine e sali minerali. Non dobbiamo far altro che procurarci un’anguria fresca e gustosa e mettetevi all’opera sprigionando tutta la vostra creatività.

Fermo restando il fatto che possiate utilizzare qualsiasi tipo di frutta, vi lascio sotto la mia personale versione. Prima, però, vi ricordo come la pizza di anguria possa essere ulteriormente arricchita con dello yogurt bianco cremoso o greco, per non fare mancare ai vostri bimbi una preparazione ancora più completa sotto il punto di vista nutrizionale.

La pizza di anguria alla frutta rappresenta un’originale alternativa alla macedonia di frutta classica. Dall’aspetto sicuramente più invitante, i bambini faranno a gara per avere il proprio pezzo. Giocate sulla sua presentazione per prenderli per la gola.

Ingredienti

1 fetta di anguria spessa
1/2 ananas
10 fragole
12 kiwi
mirtilli freschi qb
cocco grattugiato
foglie di menta

Preparazione

Iniziare a lavare tutta la frutta quindi tagliare l’ananas ed i kiwi sbucciati a pezzi. Effettuare la stessa operazione anche con le fragole. Iniziare a farcire la pizza disponendo la frutta in maniera casuale unendo anche i mirtilli. Completare con il cocco grattugiato e delle foglioline di menta. Nel caso in cui si preferisca, spalmare la pizza in superficie con dello yogurt prima di procedere alla decorazione. Servire subito a spicchi, o conservare in frigo fino al momento dell’assaggio.

 

Care amiche e amici ora non ci resta che sperimentare queste teorie. Mi raccomando raccontateci come hanno reagito i vostri bambini a queste “novità” scrivendoci a info@bfpromotion.it

Nel frattempo, se i vostri bambini sono dei veri amanti della cucina, date un’occhiata anche alla nostra FESTA PICCOLI CHEF!!!! Regalerete ai vostri figli una festa di copleanno indimenticabile

Invito per una festa di compleanno … MAGICA!
Invito per una festa di compleanno … MAGICA!

Per il compleanno di vostro figlio avete scelto una festa a tema MAGIA??? Ecco allora un’idea per realizzare un biglietto di invito a tema divertente e decisamente originale.

Biglietto d’invito “bacchetta magica”

Materiali:
Cartoncino nero
Due Fogli bianchi
Nastro adesivo bianco
Bigliettini formato da visita
Nastro per pacchi regalo
Colla
Forbice
Pinzatrice

Realizzazione:

  • Tagliate tanti cartoncini neri quanti sono gli inviti che dovrete costruire, della misura 25 cm per 7 cm circa.
  • Stampate o disegnate a piacimento il vostro invito su carta tipo da stampante.
  • Arrotolate il vostro cartoncino nero dandogli la forma di un cilindro del diametro di 1 cm circa. Con poca colla da spalmare sul lato lungo esterno del cartoncino nero (e un po’ di pazienza) dovreste ottenere un cilindro molto simile ad una bacchetta magica. Manca solo qualche centimetro di nastro adesivo bianco da porre alle estremità e ora la bacchetta è pronta.
  • Con la pinzatrice pinzate il nastro da regalo non troppo lungo (già arricciato con una forbice) a un angolo dell’invito.
  • Arrotolate l’invito e inseritelo nella bacchetta lasciando il nastro fuori.
  • Pinzate al nastro, più vicino possibile alla bacchetta, un cartoncino delle dimensioni di un biglietto da visita, precedentemente decorato e sul quale avrete scritto il nome dell’invitato.invito_2

Quando consegnerete gli inviti per la festa di compleanno, gli invitati non dovranno far altro che tirare il nastro e sfilare l’invito.

Non dimenticate di scrivere che sono invitati allo spettacolo di magia, che si terrà in data e luogo “tal dei tali” in occasione della festa di compleanno del vostro bambini e, naturalmente, il nome del mago che intratterrà i piccoli.
I biglietti di invito a forma di bacchetta realizzati per il compleanno, saranno inoltre un gadget per la festa, con cui gli invitati potranno eseguire trucchi di magia come prestigiatori provetti… Sempre, ovviamente, che davvero conoscano i trucchi dei maghi.invito

Ecco, quindi, un paio di trucchi per bambini facili e spettacolari con spiegazione. Ricordate al vostro o ai vostri amici apprendisti Maghi di mantenere il segreto.
Scegli qui la festa ideale per tuo figlio!!!!

Coniglietti di pasta frolla
Coniglietti di pasta frolla

Sta per arrivare la Pasqua con le sue innumerevoli e gustosissime ricette dei dolci e i dolci di Pasqua, ammettiamolo care amiche, sono il vero “pezzo forte” gastronomico di questa splendida festività religiosa, la più importante del mondo cristiano e anche la più ricca di tradizioni e manifestazioni tipiche. La cucina delle Feste, in Italia è una cornucopia di meraviglie, e per la Pasqua in tutte le regioni d’Italia si contano svariate ghiottonerie, sia dolci che salate, semplici e genuine, e per questo sempre valide. Ma per i bambini Pasqua significa soprattutto uovo di cioccolato e dolciumi simpatici che ricordino i simboli tipici di questa ricorrenza, sia sacri che profani, come le colombe o i coniglietti.

Oggi, infatti, vi suggeriamo la ricetta dei coniglietti di pasta frolla, tanto ottima quanto semplicissima, adatta per stupire parenti e amici, ma anche e soprattutto per divertirvi insieme a i vostri bambini nei giorni delle feste.

Vediamo insieme come realizzarli.

Ingredienti per realizzare 12 coniglietti di pasta frolla:

  • 1 Rotolo di pasta frolla
  • 12 Ovetti di cioccolato

Procedimento (aiutatevi con le immagini in fondo all’articolo):

  1. Stendete una sfoglia di 3 mm circa e con un coppapasta tondo (anche un bicchiere di vetro va benissimo) tagliate almeno 12 cerchietti. Cercate di rimpastare la frolla per creare nuove basi per tagliare i cerchietti.
  2. Al centro di ognuno mettete un ovetto
  3. Poi richiudete sigillando bene la frolla
  4. Cercate di dare alla frolla una forma di pallina un pò allungata
  5. Con delle forbici tagliate dei triangolini verso l’interno che saranno le orecchie
  6. Con l’aiuto di uno stecchino, fate dei forellini che saranno gli occhi
  7. Modellate ancora un po’ i coniglietti per rifinire la forma, poi metteteli su una placca da forno e fate riposare in frigo per un paio d’ore, e gli ultimi 15 minuti in freezer
  8. Preriscaldate il forno a 180° ed infornate e cuocete per 10 minuti
  9. Ed ecco qui i coniglietti di pasta frolla

coniglietti di pasta frolla

Mi raccomando mandateci come sempre le foto dei vostri lavori a info@bfpromotion.it e perchè no, anche le vostre varianti a questi simpaticissimi coniglietti di pasta frolla

Cestino per le uova di Pasqua
Cestino per le uova di Pasqua

Buongiorno amiche e amici … Nell’aria si sente già il profumo della Pasqua.

Tra poco inizieranno le vacanze pasquali per i vostri piccoli e non sapete come intrattenerli senza farli stare dalla mattina alla sera davanti la TV o ai videogiochi? Niente paura, qui per voi abbiamo un simpaticissimo lavoretto da fare insieme ai vostri bambini …

Iniziamo a divertirci con loro, realizzando questo sfiziosissimo cestino che potremmo utilizzare come centrotavola a colazione … senza sprechi!

 

CESTINO PER LE UOVA DI PASQUA

 OCCORRENTE:

  1. Bicchieri di plastica gialli tanti quanti i cestini che volete realizzare
  2. 1 bicchiere di plastica possibilmente di diverso colore
  3. Forbici dalla punta arrotondata
  4. Carta crespa del colore che preferite
  5. colla vinilica
  6. Caramelle e ovetti (o quello che volete usare per riempire i cestini)

 

PROCEDIMENTO:

  • Tagliare il bicchiere di plastica in tante striscioline possibilmente simili tra loro
  • Tagliate il bicchiere di diverso colore e prendetene solamente una striscia e incollatela alla base dell’interno del bicchiere di plastica
  • Ora inizia la parte più difficile (a parole) Girare le strisce ottenute dal bicchiere, avvolgere ognuna intorno alla striscia accanto ad essa e fissarla con la colla. (Basta guardare l’immagine per capire meglio)
  • Decorare il cestino con fiori di carta crespa, erba e così via … (I fiori sono stati confezionati con tessuto ma possiamo anche farli disegnare con matite o pastelli e, magari, fare una base con cartoncino e chiedere ai bimbi di colorarla di verde)
  • Posizionare caramelle o ovetti all’interno del cestellolavoretto-pasqua-bambini-1

Semplice, no? Provatelo e mandateci le vostre foto a info@bfpromotion.it e pubblicheremo il lavoretto che ci è piaciuto di più. Buon lavoroooo

 

 

 

La Prima Comunione
La Prima Comunione

Buongiorno a tutte le amiche e gli amici che ci seguono in questo Blog e che nel mese di maggio saranno impegnati con il Sacramento della Prima Comunione.

I Vostri bambini a breve saranno protagonisti di un momento della loro vita molto intenso e commovente quale quello della Prima Comunione. Vogliamo in questo post andare un po’ più a fondo e rendere in poche righe il significato intimo e spirituale che investirà i vostri piccoli.

 

La Prima Comunione

La Prima Comunione è un Sacramento importante che vede il Bambino per la prima volta protagonista consapevole di un evento significativo, non solo dal punto di vista religioso, ma anche di crescita personale, che si colloca, come ha detto Papa Francesco, « nel cuore della “iniziazione cristiana”, insieme al Battesimo e alla Confermazione e costituisce la sorgente della vita stessa della Chiesa». Già da queste poche parole, è evidente che la Prima Comunione ha poco a che fare con le bomboniere, i confetti, gli abiti eleganti e i pranzi al ristorante che abitualmente accompagnano l’evento, rischiando di oscurarne il vero significato.

La Prima Comunione infatti è innanzitutto uno dei sette Sacramenti istituito da Gesù stesso durante l’Ultima Cena, quando distribuì ai discepoli riuniti a tavola il pane e il vino come il suo corpo e il suo sangue, offerti per la salvezza di tutti gli uomini. Ed è questo che accade ogni volta durante la Santa Messa: il pane e il vino, per opera dello Spirito Santo, diventano realmente il corpo e il sangue di Cristo. Ecco perché i bambini in questo giorno così importante sono accompagnati proprio da questi segni: la Spiga o il Pane, L’Uva o il Vino. In aggiunta a questi, un altro simbolo importante è la Calla, spesso portata dagli stessi bambini, che è il fiore originatosi dalle lacrime di Maria ai piedi della croce, simbolo di candore, purezza, castità, santità e beatitudine celeste, manifestazione dell’uguaglianza di tutti i bambini, sottolineato anche dalla richiesta, in molte parrocchie, di far indossare a tutti uno stesso saio, senza distinzioni. «Il gesto di Gesù compiuto nell’Ultima Cena» ci dice Papa Francesco «è l’estremo ringraziamento al Padre per il suo amore, per la sua misericordia». Non a caso, «ringraziamento in greco si dice “eucaristia”. E per questo il Sacramento si chiama Eucaristia: è il supremo ringraziamento al Padre, che ci ha amato tanto da darci il suo Figlio per amore.

Un momento così importante per la vita spirituale di bambini e bambine dovrebbe svolgersi nel più assoluto silenzio, nell’attenzione generale alle parole della liturgia, nella concentrazione più alta possibile non solo dei piccoli che per la prima volta ricevono l’Eucarestia, ma anche dei grandi (genitori, parenti, amici, conoscenti, etc.) che potrebbero approfittare dell’occasione per qualche proficua riflessione sulla propria vita spirituale.

Un Piccolo consiglio per i genitori: cercate di far comprendere al vostro Bambino o alla vostra Bambina l’importanza di questo giorno senza però caricarli di ansie o nervosismi troppo grandi per la loro età facendogli vivere la giornata come una Giornata di Festa.

 

Come organizzare la comunione in 10 mosse
Come organizzare la comunione in 10 mosse

Buongiorno amiche e amici … eccoci, dopo qualche giorno di pausa dopo le festività legate al carnevale, con altri consigli utilissimi.


Quest’oggi ci occuperemo della prima comunione … un giorno importantissimo per il vostro bambino ma altrettanto per i genitori … Ecco quindi questo articolo su Come organizzare la comunione in 10 mosse.

Dagli inviti all’allestimento, dall’intrattenimento per i più piccoli alla scelta del tema … preparare una festa per la comunione del vostro bambino può rivelarsi più complicato del previsto.

numeri20parole1 – Il numero degli invitati

“La prima cosa da capire per organizzare la festa per la prima comunione, ma anche per qualsiasi altro party, è il numero di persone che si vogliono invitare. Se gli ospiti saranno pochi, l’evento sarà più intimo, altrimenti si farà in grande”.

come-organizzare-una-comunione-0-ai1 2 – La Location

“Una volta capito il numero di ospiti, si sceglierà il luogo dove celebrare la festa. Se gli invitati saranno pochi, potreste scegliere di farla direttamente a casa, altrimenti bisogna trovare un ristorante che si adatti alle vostre esigenze”

Tavola-tanti-invitati3 – I colori

“Molto importante, prima di organizzare la festa, è scegliere i colori che la caratterizzeranno. Questi vanno scelti tenendo conto del sesso del festeggiato. Molti optano per il giallo, lo Champagne, il verde, ma anche il turchese. Altri preferiscono combinare le tinte: ad esempio, giallo e turchese”

festa-prima-comunione-economica-586x3874 – L’abbigliamento

“Per il festeggiato, il tipo di abito è definito dalla parrocchia, mentre per gli adulti il dress code varierà a seconda del tipo di evento. Personalmente, dal momento che comunque è un momento importante, consiglio sempre uno stile elegante”.

9a97d8867d49b9477e58e8cae4ba7de55 – Gli inviti

“Un mese prima dell’evento, bisogna mandare gli inviti ai partecipanti. Si può scegliere quello classico oppure uno personalizzato, possibilmente che riprenda il tema o i colori della festa”.

56 – Lo sweet table
“Sia che organizziate una festa in casa, sia fuori, non dimenticate di organizzare un angolo dei dolci, con biscotti, dolcetti, zuccherini, caramelline e macaron degli stessi colori che avete scelto per l’evento. Qui poi non può mancare lo spazio per i confetti che gli ospiti potranno portare a casa tramite piccoli sacchettini che gli avrete messo a disposizione”

14327801377 – Attività per i più piccoli

“Qualunque sia la formula che sceglierete, non dimenticatevi dei bambini. A quest’età possono infatti essere coinvolti in alcune attività, per evitare che si annoino e per lasciare tranquilli i genitori. L’ideale è trovare un’area dedicata, come una stanza o un giardino, a seconda del tempo, e proporre ai bambini dei giochi. Se invece piove o i bimbi sono stanchi, potete optare per dei laboratori artistici e far trovare ai bambini fogli, pennarelli, colori e pennelli, per far loro realizzare tante piccole opere d’arte”

allestimento-prima-comunione-bambina8 – Le bomboniere

“Come bomboniera da lasciare agli invitati potete scegliere un oggetto artistico classico, come un angioletto. In alternativa, un’idea molto carina è quella di far realizzare un oggetto dallo stesso festeggiato: un vasetto, o una cornice fatta a mano, sono due ottime soluzioni”.

download9 – Il fotografo
“Un momento così importante deve essere ricordato: affidatevi a un professionista che sia presente durante la cerimonia religiosa e alla festa, per immortalare tutti i momenti più belli di questa giornata. Poi chiedete di farvi confezionare un libro con le foto già stampate in modo da averlo sempre a portata di mano. Nella mia esperienza, chi richiede solo il cd, poi non fa quasi mai stampare le immagini ed è un peccato”. Un’altra idea è quella di coinvolgere gli amici: chiedete loro di fare qualche scatto e poi di mandarvi i migliori. In questo modo, avrete un racconto della giornata da tanti punti di vista diversi!

Cuore-di-Zucchero-Preziosi10 – La torta

“Per la torta, potete decidere di rivolgervi a un cake designer, che in genere lavora con la pasta di zucchero. Si può fare a due o tre piani e dei colori scelti per l’evento. Il mio consiglio è di scegliere decorazioni classiche e molto sobrie: potete far fare delle righe o dei cerchi, oppure riprodurre gli oggetti del tema, come un aquilone o una barca, in due o tre dimensioni. In alternativa, potete anche andare sul classico: una mega millefoglie o una cupola di profiteroles sono sempre delle ottime scelte”.

Rendi speciale un giorno così importante. Affidati alla BF Promotion e avrai tante ore di divertimento per te. PRENOTA SUBITO!

info@bfpromotion.it – 347.1747756

Lo scrigno dei travestimenti
Lo scrigno dei travestimenti

Buongiorno a tutti! Giornate di sole sulla nostra bella penisola…e allora cogliamo l’occasione per darvi qualche frizzante e brioso suggerimento per divertirvi insieme ai vostri bimbi, magari proprio al parco e nel giardino davanti casa.

L’idea molto coinvolgente è questa: lo scrigno dei travestimenti, perfetto da inserire all’interno di una festa di compleanno o di carnevale o semplicemente per passare un pomeriggio in compagnia.

Di cosa si tratta?

È un vero e proprio scrigno in cui sono inseriti tantissimi oggetti utili ai travestimenti e, soprattutto in questo periodo di carnevale, diciamolo, tutti i bambini non desiderano altro che mascherarsi.

Vediamo ora come realizzarlo in poche semplici mosse.

Innanzitutto procuriamoci una scatola, di cartone, di plastica rigida, a forma di scrigno oppure semplice. Una volta trovata o, perché no realizzata, riempitela! Di cosa? Sciarpe, foulard, cappelli, guanti, borsette, materiale glitterato e cinture e cravatte … e date spazio alla fantasia facendo attenzione se ci sono sia bambini sia bambine.

Per arricchire tantissimo il nostro scrigno occorrerà realizzare altro materiale con del cartoncino, come ad esempio delle corone da re e regina, oppure delle bacchette magiche, o anche degli occhiali pazzi … Aggiungere infine qualche trombettina, una di quelle adatte ai bambini, mi raccomando, e che non facciano risvegliare tutti i vicini, e un po’ di stelle filanti e il risultato della festa sarà garantitissimo. I bambini si divertiranno un mondo ad indossare tutto quello che contiene lo Scrigno dei travestimenti, a scambiarsi gli accessori e a correre per casa con la bacchetta magica, o per i bambini ad assomigliare sempre di più ai loro papà o ai loro supereroi preferiti. Provateci! E fateci sapere.

 

Noi vi diamo appuntamento al prossimo articolo in cui vi daremo alcuni spunti su dove portare i vostri bambini a festeggiare in questi giorni di Carnevale! #staytuned con BF Promotion

3 dolci di carnevale per bambini
3 dolci di carnevale per bambini

Ed eccoci a poche settimane dal Carnevale…tanto atteso soprattutto dai più piccini. Allora vi suggeriamo alcune idee dolcissime che potrete realizzare con i vostri bimbi. Pronti?

Il carnevale è una giornata notoriamente dedicata alle maschere e alle sfilate dei carri, ma per un carnevale che si rispetti non può mancare il buon cibo.

Vi proponiamo 3 dolci di carnevale per bambini da fare con ricette semplici, veloci e in sintonia con la tradizione.

  1. Le frittelle

Palline dolci fritte e cosparse di zucchero a velo che più golose non si può, le frittelle sono il vero simbolo di questa festa allegra, colorata e golosissima. Non necessitano di lievitazione, sono semplici e velocissime da fare anche … per una merenda speciale!

Ingredienti: 150 gr di farina – 1 uovo – 60 gr di zucchero – 50 ml di latte – 50 gr di burro – 1 cucchiaino di lievito – scorza grattugiata di un limone – 1 pizzico di sale – olio di semi per la friggere

Preparazione: Prendete una ciotola e mettete zucchero, latte, burro fuso, sale, scorza grattugiata del limone, mescolate e poi unite l’uovo e la farina setacciata con il lievito, continuate a mescolare bene fino ad avere un composto omogeneo, morbido ma sodo. Se vedete che è troppo duro potete aggiungere un altro pochino di latte. Mettete l’olio di semi in un pentolino dai bordi alti, fatelo scaldare e poi versate l’impasto a cucchiaiate, una per volta, in modo da fare delle frittelle, cuocetele per qualche minuto fino a quando saranno gonfie e dorate. Procedete così e cuocete poche frittelle per volta in modo da non raffreddare l’olio. Potete guarnire le frittelle con lo zucchero a velo oppure rotolarle nello zucchero semolato.

  1. Le tagliatelle fritte

Un altro dolce che suscita la curiosità dei più piccoli. All’apparenza sono delle vere e proprie tagliatelle ma al primo assaggio si rivelano dolci e croccanti.

Ingredienti: 200 gr di farina – 2 uova – 4 cucchiai di zucchero semolato – 1 arancia non trattata – olio di semi di arachidi o per friggere q.b. – zucchero a velo q.b. per la decorazione finale

Preparazione: Impastate la farina con le uova. Tirate una sfoglia di medio spessore, che andrà cosparsa con lo zucchero semolato e con la buccia grattugiata dell’arancia non trattata. Arrotolate la pasta, come quando andate a preparare le tagliatelle, tagliandola con una larghezza di un centimetro. Friggete in abbondante olio bollente la sfoglia, che dovrà rimanere arrotolata: scolatela e appoggiatela poi su della carta assorbente, per togliere l’olio in eccesso. Mettete le tagliatelle fritte sul piatto di portata che avete scelto, cospargetele con abbondante zucchero a velo e servitele fredde, come dessert per fine pasto o come merenda.

  1. I donuts

Avete presente le famose ciambelle americane? Bene, questa la ricetta per far felici i bambini. La ricetta dei donuts americani da fare al forno

Ingredienti per la ciambella: 450 g di farina doppio zero – 50 g di zucchero semolato – 40 g di burro – 15 g di lievito di birra – 170 ml di latte – 1 uovo – sale.

Ingredienti per la glassa: 2 cucchiai di burro ammorbidito – zucchero a velo – vanillina – latte.

Preparazione: In poca acqua tiepida sciogliete il lievito con un cucchiaino di zucchero. Lasciate riposare per 5 minuti quindi aggiungetevi il latte tiepido, il burro fuso, l’uovo, lo zucchero restante e una presa di sale. Mescolate per bene per far amalgamare gli ingredienti e, lentamente, aggiungete la farina setacciata, facendo attenzione a non far formare grumi. Impastate tutto con le mani e fate una palla che farete riposare in un recipiente coperto in modo che lieviti. Quando l’impasto sarà raddoppiato mettetelo sulla spianatoia infarinata e stendetelo con il mattarello fino a ottenere uno strato alto circa 1 centimetro. A questo punto ricavatevene dei dischi con un coppapasta (o con un bicchiere); servendovi, poi, di un coppapasta di diametro minore (o un bicchiere più piccolo) forate al centro i dischi in modo da ottenere delle ciambelle. Mettete le ciambelle in una teglia da forno ricoperta con carta forno, copritele con un canovaccio e fatele lievitare per un’ora. Quindi infornate a in forno preriscaldato a 180 gradi per un quarto d’ora. Nel frattempo preparate la glassa. Mescolate il burro con un paio di tazze di zucchero a velo, quindi unite la vanillina e del latte (5/6 cucchiai) fino a ottenere una glassa della consistenza adatta. Quando le ciambelle si saranno intiepidite immergetele con la parte superiore nella glassa, mettetele su una gratella per dolci, cospargetele di codette colorate e lasciate asciugare per alcune ore prima di servire. Naturalmente potete sbizzarrirvi come volete con le glasse!

 

Buonissime e velocissime, queste sono le ricette che a noi più sono piaciute … non esitate a provarle e a fotografarle…. Dopodiché inviateci pure gli scatti all’indirizzo info@bfpromotion.it e noi le pubblicheremo.